Nettascarpe -Décrottoir-Boot Scraper

I nettascarpe, quando li fotografi, non sorridono mai. Certo dopo esser stati calpestati per anni, chi lo farebbe? Piccole lame di metallo, un tempo servivano a strofinarci sopra le suole delle scarpe per pulirle dal fango, utilissimi allora, ma oggi in disuso. Realizzati quasi sempre in ghisa, difficile stabilirne l’origine esatta: erano presenti a Roma già nella prima metà del 1700, ma fu nel secolo successivo che il loro uso si diffuse in tutta Europa. La forma variava a seconda del prestigio dello stabile per cui erano installati: talvolta un semplice rettangolo,  nelle  abitazioni modeste, oppure raffinati oggetti con intarsi e disegni nelle  dimore più eleganti. Più rari, ma poco più nobili dei tombini, loro, quest’ultimi, tutt’oggi utilissimi e sempre calpestati senza riguardo, ma anche loro per fortuna fotografati, non da tutti ma da alcuni; guarda il sito di Mario Janin.